Gli stili della birra artigianale – Birre a bassa fermentazione

Il primo stile a bassa fermentazione e forse quello più importante prende il nome di Pils o Pilsner che deve il suo nome alla città ceca di Plzen dove questa particolare tipologia di birra, le cui peculiarità erano l’acqua povera di sali minerali e le qualità aromatiche del luppolo coltivato nella vicina città di Saaz, prese vita nel 1842. Oggi ne esistono quattro tipologie diverse: la boema (colore dorato, amaro ben presente e morbide note di malto), la tedesca-austriaca (più secca di quella boema e con una maggiore forza della componente amara del luppolo), la belga e la danese (in assoluto la più chiara, la meno corposa e la meno amara).

Il secondo stile a bassa fermentazione che andiamo a presentare prende il nome di Bock, termine che in tedesco significa caprone, animale che ritroviamo in molte etichette. Si tratta in genere di birre con un corpo strutturato e persistente, con una gradazione alcolica elevata (ndr. >6,5% alc. vol.) e che al palato evidenziano note di miele e di fiori. La produzione di questa birra avviene per lo più in Germania ma si segnalano alcune produzioni anche nella vicina Olanda.

Altra particolare tipologia di birra è la Marzen. Il nome indica come si tratti di una birra tedesca che in origine veniva prodotta nel mese di marzo per essere poi conservata al fresco in grotte ed essere infine consumata nel periodo autunnale. Scopo di questa produzione era ovviare alle difficoltà di conservazione della birra nei periodi più caldi dell’anno. In linea generale sono birre dal colore ambrato, molto beverine con un aroma tostato ben presente.

La Munchner è una tipologia di birra tipica della città di Monaco di Baviera. Ne esistono di due tipi differenti, la tradizionale dunkel scura e dolce e la dorata hell caratterizzata dalla dominanza del malto.

La Dortmunder è una birra tipica della città di Dortmund apprezzata soprattutto al di fuori dei confini tedeschi di qui il suo nome alternativo Export.

La Rauchbier è una birra che si caratterizza per i suo aroma affumicato ottenuto tostando il malto con il fumo prodotto dalla combustione del legno di faggio.

La Vienna si riferisce ad uno stile tipico della città austriaca. Si tratta di una birra prodotta utilizzando malto locale, dal colore rosso-ambrato e dal sapore biscottato.

Le Dry sono, invece, birre dal tipico gusto secco ottenuto prolungando le fasi di saccarificazione. Generalmente è uno stile caratteristico delle birre giapponesi.

Le Ice individuano birre di ispirazione canadese, il cui nome si deve alla pratica di congelare il mosto a fine stagionatura per poi, successivamente, filtrarlo. Sono in genere birre molto pulite e leggere.

La Steam Beer è uno stile americano che caratterizza una birra ottenuta combinando lieviti di bassa fermentazione con alte temperature. Il risultato è una birra dal colore ramato e da un olfatto tipico delle Ale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...